Burattinai, burattini. E corde.

Burattinai, burattini. E corde.
Dronero, 17 maggio.
Terzo filo.
Ciò che avviene dentro la nostra (?) testolina si riverbera altrove, in ogni dimensione.
“La mente bicamerale era..formata da due parti: una parte direttiva chiamata ‘dio’ che aveva la sua rappresentazione neurologica nell’emisfero cerebrale destro e una parte soggetto chiamata ‘uomo’ che era in diretto collegamento con il linguaggio e quindi rappresentata nell’emisfero sinistro.
Alla fine degli anni ’50 un gruppo di neurochirurghi nordamericani coordinati da J.E.Bogen decise di curare alcune gravi forme di epilessia sezionando completamente il corpo calloso.
L’interruzione del corpo calloso, cioè di un sistema di comunicazione fra i due emisferi cerebrali formato da più di 2 miliardi di fibre nervose, ha prodotto esseri umani con due sistemi mentali (uno nell’emisfero destro e l’altro in quello sinistro) completamente separati…
Quando vengono inviate informazioni o ordini ai sistemi mentali dell’emisfero destro, il sistema verbale, organizzato nell’emisfero sinistro, comunque azzarda interpretazioni verbali. Quando, ad esempio, è stato inviato all’emisfero destro di un paziente l’ordine ‘cammina’, il paziente in questione si è alzato e ha iniziato a camminare. Se l’esaminatore gli chiedeva perchè si fosse alzato, e dove stesse andando, il paziente, o meglio la sua mente verbale, rispondeva: “Mi sono alzato perchè ho sete e penso che andrò a prendermi una bibita”.
All’emisfero destro di un altro paziente è stato inviato l’ordine di ridere, il paziente allora si metteva a ridere. Se l’esaminatore gli chiedeva perchè stesse ridendo, il paziente, o piuttosto la sua mente verbale, rispondeva: “Ah..rido perchè lei è molto buffo oggi!”
Sembra dunque che il sistema linguistico abbia la necessità di elaborare una qualche giustificazione verbale per ogni tipo di comportamento o situazione che incontra.
Questo sistema trova facilmente, nel suo repertorio di storie automatizzate, una qualunque, capace di dare in qualche modo un senso compiuto a quello che sta accadendo.”
Franco Fabbro “Neuro Psicologia dell’Esperienza Religiosa”
Casa Editrice Astrolabio, 2010
 
centro
Human Connectone Project

Posted in: News

Leave a Comment (0) ↓